Siamo stranieri

Tutti, in qualche modo, siamo stranieri. Stranieri di noi stessi. Veniamo al mondo e tutto ci sembra nuovo, sconosciuto e ricco di potenzialità. Poi cresciamo e veniamo spinti in una società di illusioni che ci inganna, facendoci credere di essere parte di essa e che l’importante sia farsi accettare ed avere un posto al suo interno. Gli altri diventano forestieri, ospiti nella nostra esistenza che eleggiamo a base di ogni nostra decisione.

Ma c’è un problema. Molto più dannosa dell’ignoranza è la presunzione di sapere. Sapere chi siamo e dove stiamo andando, desiderare cose inutili e dannose solo perchè crediamo di sopperire così all’ignoranza con palliativi per l’ego.

No. Ricominciamo ad usare gli occhi di quando eravamo bambini, di quando ci stupivamo per ogni cosa, prima che la nostra curiosità fosse deviata.

Diceva un uomo: “potente è chi conosce gli altri, ma è saggio chi conosce sè stesso”. Il non conoscersi è la fonte del vuoto interiore che spinge molti a fare le cose più assurde, non il bisogno di soldi o di amore.

Quando conoscerai te stesso, tutto sarà possibile.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...