Lo straniero della fermata dell’autobus

Oggi in una fermata dell’autobus ho conosciuto un uomo. Uno straniero, che con il suo italiano stentato mi ha detto una cosa molto importante. Più o meno:

    “Io ho girato tutto il mondo, e se mi permetti di darti un consiglio… anzi, non un consiglio, solo una parola. Sei ancora giovane, non pensare a costruire palazzi qua e là. Alla fine di tutto c’è la morte, e allora per chi li avrai costruiti quei palazzi, per gli altri? Pensa a quello che vuoi fare tu, e fallo. Cogli l’attimo, non lasciartelo sfuggire perchè non tornerà più. Vivi per te e fai quello che ti va di fare, non quello che vogliono gli altri: genitori, nonni, fratelli. Ma fallo solo se ti senti sicuro al 100%. Quello che ti dico io può essere giusto o sbagliato, decidi tu e agisci di conseguenza, ma ricordati di me e delle mie parole!”

Dopo di che, ci siamo congedati con una stretta di mano e una pacca sulle spalle, ed è sparito proprio come era comparso: discretamente.

Ricorderò sempre ciò che mi ha detto.

Annunci

2 pensieri su “Lo straniero della fermata dell’autobus

  1. Non capita tutti i giorni di trovare un vero filosofo alla fermata dell’autobus, e meno ancora di ricevere da lui tutta una lezione di vita e di saggezza. Io la considererei davvero una “peak experience” di quelle che possono contrassegnare tutta una vita.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...