Come comunicare efficacemente: empatia e carisma

Una comunicazione efficace è quella che parla ad ogni livello della nostra consapevolezza: a partire dal livello razionale fino a quello emozionale. Un esempio è il famoso discorso Gettysburg Address di Abraham Lincoln, che a differenza di quello di Edward Everett durò solo due minuti (contro due ore); ma fu MOLTO più efficace. Questo perchè Lincoln seppe parlare a tutti i livelli: intellettuale ed emotivo.

Gli elementi per una comunicazione efficace sono:

  • Semplicità e Immediatezza: non fare come quando eri bambino e in un tema assegnato cercavi di scrivere il più possibile per dare l’illusione di sapere molte cose, magari cercando anche di darci un senso. Nel mondo reale, più una comunicazione va dritta allo scopo, più è incisiva. I grandi comunicatori, hanno la capacità di rendere semplici anche le cose complicate. Dopotutto, anche un rinomato scienziato di fisica quantistica trova gradevole la semplicità…
  • Sicurezza (livello intuitivo): devi essere sicuro di ciò che dici. Non convincerai mai nessuno se tu sei il primo a dubitare di quello che dici. Sostieni sempre con passione le tue idee. E se non sei tanto convinto, allora è una buona occasione per stare in silenzio.
  • Idee (livello razionale): Occorre che il discorso abbia un senso, un contenuto informativo (manifesto o meno). Qui entra in gioco una buona forma e un linguaggio adeguato agli ascoltatori.
  • Emozioni (livello emozionale): Ogni buon comunicatore è in grado di infiammare i cuori della gente, oltre che di comunicare informazioni scarne. Questa è la qualità che manca alla stragrande maggioranza della gente. Significa essere in grado di parlare anche al cuore, oltre che alla mente.

Questi sono gli ingredienti essenziali di una comunicazione memorabile. Non importa se devi parlare di fronte a migliaia di persone per la pace nel mondo, o semplicemente delle tue vacanze ad un amico. Quello che importa è lasciare il segno: ci vogliono un forte carisma (sicurezza in sè stessi) e la capacità di creare empatia (connettersi all’altro a livello emotivo).

Ho cercato di gettare uno sguardo ai meccanismi fondamentali, ma se vuoi veramente imparare occorre che prendi dei modelli e impari da loro. Ad esempio il già citato Lincoln, Martin Luther King, Hitler (si era un uomo molto persuasivo, basti vedere come ha "ipnotizzato" la Germania durante la seconda guerra mondiale), e tanti altri.


Commenti

lara (21/11/2007)

Post molto interessante che offre degli spunti intelligenti per migliorare non solo la propria comunicazione, ma anche il modo di relazionarsi con gli altri.
Tempo fa avevo sentito che spesso la capacità di provare (e di conseguenza creare) empatia difficilmente si abbina ad una solida autostima e quindi alla sicurezza in sè stessi. Di solito perchè chi è più sensibile è anche più influenzabile da parte degli altri.
La sfida quindi rimane quella di trovare il giusto equilibro tra i due fattori e anche se forse nel caso di Hitler l’empatia personale contava ben poco (!), sicuramente la sicurezza in se stessi è determinante per riuscire a coinvolgere le persone soprattutto a un livello emotivo.

Manuel (21/11/2007)

Credo che una scarsa autostima implichi l’essere troppo sensibili ai commenti e alle opinioni degli altri, mentre in un contesto sociale occorre comunque essere consapevoli dello stato emotivo dell’interlocutore, in modo da poter calibrare la comunicazione all’audience.

In sostanza l’empatia per me è la capacità di notare ed essere consapevoli dello stato d’animo degli interlocutori, non necessariamente l’esserne influenzati (questa è questione di fiducia in sè stessi).

Nel caso di Hitler, egli era molto sicuro di sè e la sua comunicazione aveva un forte contenuto emotivo, ecco perchè secondo me riuscì a influenzare tutte quelle persone.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...