Esperimento: diario della gratitudine

La gratitudine rende più felici. Questo è quello che hanno verificato sperimentalmente il Dr. Michael McCollough, della Southern Methodist University di Dallas, e il Dr. Robert Emmons della University of California di Davis. Hanno condotto un esperimento denominato Research Project on Gratitude and Thanksgiving, nel quale hanno studiato diverse centinaia di persone: divise in tre gruppi, hanno tenuto un diario giornaliero secondo le indicazioni dei ricercatori. Il primo gruppo doveva scrivere nel diario semplicemente gli eventi accaduti nella giornata, il secondo annotare le cose spiacevoli, mentre l’ultimo gruppo doveva scrivere una lista delle cose piacevoli accadute di cui erano grati.

Il risultato dello studio condotto ha rivelato che esercitarsi quotidianamente nella gratitudine comporta un incremento del livello di consapevolezza, entusiasmo, determinazione, ottimismo ed energia. In più, il terzo gruppo ha sperimentato minori livelli di depressione e stress, una maggiore attitudine ad aiutare gli altri, abitudini di esercizio più regolari e maggiori progressi verso gli obbiettivi personali. Secondo i risultati, le persone che esercitavano la gratitudine si sentivano anche più amate. Un effetto ancora più positivo è che la gratitudine incoraggia un circolo virtuoso di gentilezza reciproca tra persone: l’atto del ringraziare ne incoraggia un altro.

In pratica, chiunque può ottenere questi benefici per il proprio benessere e i positivi effetti sociali per il solo fatto di elencare le cose per cui si è grati, le vittorie e i fatti positivi accaduti durante la giornata. Questa lista può essere un vero e proprio diario, o anche solo una lista compilata mentalmente la sera, prima di coricarsi.

Questo è uno dei tanti modi per modificare la propria struttura cognitiva e addestrarsi a coltivare una visione del mondo positiva.


Commenti

Alcuni modi per superare la depressione (21/12/2007)

Foto di Cristiane Sousa.Il guaio con gli stati depressivi è che si assume una visione pessimistica e si guardano gli eventi positivi senza vederli.Un buon modo per facilitare il recupero è tenere un diario della gratitudine, e poi tirarlo fuori quello c

Resoconto: una settimana “rustica” senza pc e internet (15/02/2008)

Giunge al termine la settimana senza pc, e devo dire che in fondo mi dispiace. L’obbiettivo dell’esperimento era quello di mettere da parte un’abitudine che ormai si era consolidata nella mia routine giornaliera, per avere modo di rivolgermi altrove, ri

Fanciullino (27/11/2007)

E’ buffo quanto le cose più semplici possano essere le più efficaci.

Non centra proprio del tutto con questo tuo articolo, ma un approccio di questo tipo alla vita è stato studiato dal Dr. Hamer che ha scientificamente creato una "Nuova Medicina", il cui primo approccio per combattere le malattie è vivere nell’ambiente il più sereno possibile affinché il "male" si estirpi da sé, essendo infatti causato da un comando del cervello (parliamo di tumori).
http://www.nuovamedicina.it

Manuel (27/11/2007)

Caro Fanciullino, mi trovi d’accordo quando dici che spesso le soluzioni migliori sono quelle più semplici.

Per quanto riguarda Hamer, nonostante sarei molto felice se avesse effettivamente trovato la cura definitiva ad un brutto male come il tumore, sono abbastanza scettico: ne vengono continuamente fuori di presunte cure miracolose, che il più delle volte hanno solo l’effetto di illudere dei malati ormai disposti a tutto e di arricchire chi le divulga. Purtroppo molto spesso è così, anche se non sempre in cattiva fede.

Sono convinto che sia necessario informarsi e pretendere delle prove scientifiche dell’efficacia di una cura, anche se queste cure si basano su teorie non riconosciute ufficialmente. A riguardo ad Hamer suggerirei di fare le proprie ricerche, e un buon posto per cominciare potrebbe essere questo:

http://it.wikipedia.org/wiki/Ryke_Geerd_Hamer

Grazie della segnalazione!

Fanciullino (28/11/2007)

Sappiamo bene, però, che tantissime scoperte che potrebbero migliorare il volto dell’umanità vengono bloccate dalle multinazionali o mafie varie, sempre per profitti. Mi viene in mente Tesla: se fosse per lui non avremmo problemi di energia pulita, piloteremo macchine fluttuanti e avremo energia sulla luna inviata senza fili dalla terra già da molti anni.

Per quanto riguarda Hamer, non m’importa di quel che dicono. I futuristi erano dei vandali eppure sono i più profondi conoscitori del metalinguaggio. Pascoli aveva paura della vita e amava sua sorella. Freud sembra fosse geloso di Da Vinci. Quanti esempi avrei.
Qui non si tratta della persona, ma delle sue scoperte.

Tornando al tema scientifico, le sue tesi sono state comprovate e ufficializzate scientificamente.
Io le ritengo valide non a priori, ma perché coincidono con il mio pensiero biologico, arricchito con pezzi sparsi da diverse scuole teologiche-filosofiche. Inoltre lo porta avanti dagli anni ottanta, non sono teorie campate per aria.

E’ sempre un’ipotesi valida, mal che vada, per malattie considerate "terminali" dalla medicina consueta.

Un saluto.

Setsuna (29/11/2007)

I do agree that the person’s mental state has a lot to do with our eventual physical well-being. As for cures for cancer, I believe that certain oriental therapies can be of help. I’m seeing a chinese herbal doctor now and his other patients are testament to what he’s been able to do. Yes, there are a lot of his patients who have been turned away by hospitals saying they are terminal cases. He’s been able to cure them even of cancer. But certainly – and he even includes this in his handouts, it says that you must reduce stress. It’s part of his therapy. So I guess, there’s no way around it. Your mind affects your body.

Have a nice day!

Manuel (29/11/2007)

I do agree with you, when you say that your mind affects your body, and I think that oriental medicine can teach to us a lot about this.

What I’m saying, is that before you can accept a theory as probable truth, you have to find some evidence to support it. There is a new "miraculous cure" for cancer nearly everyday, and a large part of these are simply false.

I’m not a MD, and I can’t judge Hamer’s theories but I genuinely hope that his cure is effective and have a real foudation.

PS: sorry for my english, I need some practice

Manuel (29/11/2007)

Qui il punto centrale della discussione è l’efficacia clinica delle teorie di Hamer, e non essendo un medico non sono in grado di esprimere un giudizio su questo.

Quello che dico è solo che per qualsiasi teoria che viene proposta, è necessaria una certa mole di prove che ne attestino la veridicità. Al di là delle teorie ufficiali: o funziona oppure no. Diversamente io potrei legittimamente sostenere che si può curare ogni tipo di malattia con del bicarbonato…

Io spero vivamente che Hamer abbia ragione, e se è così che le sue teorie diventino "mainstream" il più presto possibile.

E, per inciso, sul fatto che il corpo sia influenzato dalla mente mi trovi d’accordo.

zizzirilla (22/06/2008)

io ho 23 anni convivo con il mio ragazzo da quasi due anni, e lui non è un problema almeno fino al momento in cui realizziamo che si andare a vivere insieme è stato ed è una cosa a cui non vogliamo rinunciare, ma economicamente ti fa star male e pensiamo a tutte quelle cose che non possiamo fare, a tutti quello che da single e con meno responsabilita avremmo potuto goderci…. poi la mia migliore amica viene arrestata e ormai è da dicembre che non posso vederla, ed era anche il mio unico appoggio nella mia vita da ragazza, una persona che anche essendo in difficolta mi acolta e ascolta i miei problemi e penso a quanto possa essere unica e non posso abbracciarla stare con lei è come se fossi stata vent’anni a costruirmi una vita decente con un lavoro sicuro, che non mi soddisfa per niente, una sicurezza sentimentale, che ora comincia a traballare dopo quattro anni, e la mia vita sociale, anche se contornata da poca gente sicuramente è quella giusta, ora mi ritrovo che con 7 mesi tutto mi crolli addosso e mi sotterri tre metri sotto terra e io non so far altro che andare sempre piu giu… che cosa mi sta succedendo??? o che cosa mi stanno facendo????? non so piu neanche se sono io o tutto quello che mi circonda…se potete datemi un consiglio …. ale…..

Manuel (06/07/2008)

Cara ale, scusami se rispondo solo ora… ho dovuto assentarmi per un pò di tempo.

MI dispiace per quello che è successo, e posso immaginare cosa possa aver significato il "perdere" la possibilità di parlare con la tua migliore amica che mi pare di capire è stata un importante sostegno emotivo per te. Questo, unito ad un periodo di cambiamenti importanti certo ti ha fatto perdere un pò la bussola.

La mia opinione è questa: la vita è evoluzione e cambiamento e a volte dobbiamo lasciarci alle spalle alcune cose che davamo per scontate per qualcosa di nuovo, e il nuovo in quanto ignoto fa paura. E fa ancora più paura se non abbiamo nessuno con cui condividere e confidarsi… apparentemente.

Rallenta. Respira a fondo. Guardati intorno e prendi coscienza della miriade di opportunità a tua disposizione: nuove amicizie, persone disposte ad ascoltarti e fornirti appoggio. Anche persone che conosci già ma non così bene.

Il mondo non ti sta crollando addosso, non cospira per schiacciarti e strapparti via quel poco di sicurezze che ti sei costruita nel corso della tua vita. E’ tutta questione di punti di vista: puoi sederti e rimuginare ancora e ancora i tuoi problemi (veri o apparenti) oppure uscire là fuori e fare qualcosa per cambiare le cose (e il tuo punto di vista). La scelta sta a te, e questo è confortante

Un abbraccio e ricorda che male che vada qui hai persone ben felici di ascoltarti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...