Lettura Produttiva

La lettura può essere molto piacevole e può dare moltissimo sia in termini di informazioni che di emozioni, soprattutto in questo periodo in cui per molti ci sono le ferie. C’è persino qualcuno che la definisce come "cibo per la mente", e io non posso che essere d’accordo. Ma ci sono modi corretti e modi scorretti di leggere un libro (e in genere qualsiasi cosa scritta).

Atteggiamento
Prima di tutto dobbiano riconoscere che esistono generi diversi di letteratura, scritti per diversi scopi e in modi diversi. Per esempio un romanzo può benissimo essere letto sotto l’ombrellone o sotto le coperte prima di addormentarsi, si tratta di letteratura di svago (e dicendo questo non intendo sminuire questa forma d’arte, che anzi è indispensabile). Ma quando parliamo di saggi e in generale di non-fiction (su cui mi concentrerò in questo post), allora dalla lettura ci prefiggiamo uno scopo diverso.

Qui l’atteggiamento che dobbiamo avere per ricavarne veramente qualcosa deve essere necessariamente diverso da quello che abbiamo quando leggiamo un romanzo. Quando abbiamo tra le mani un libro, per esempio di sviluppo personale, sono essenzialmente due gli atteggiamenti che possiamo avere: o trattiamo la lettura come un normale romanzo (in questo caso stai leggendo questo libro solo per sentirti meglio con te stesso e avere l’illusione di fare qualcosa), oppure sei consapevole di avere uno scopo e ti aspetti di ricavare veramente qualcosa, di acquisire nuovi strumenti per modellare la tua vita al meglio.

In breve, devi avere uno scopo (quello di ricavare qualcosa di concreto e pratico) da raggiungere in modo attivo. Qui la parola d’ordine è lettura attiva.

Lettura Attiva
Leggere un maniera attiva uno scritto significa essenzialmente due cose: comprenderlo e metterlo a frutto.

Per la comprensione, dobbiamo elaborare quello che leggiamo e gli strumenti a disposizione sono molteplici:

  • Evidenziare i punti chiave: non aver paura di sottolineare, attaccare post-it o scrivere note a margine
  • Prendere appunti: rielaborare i concetti con le proprie parole è molto utile
  • Insegnarlo: un’estensione del punto precedente, ti costringe a elaborare quello che leggi con le tue parole, inoltre ti permette di capire se ci sono concetti che non hai compreso appieno
  • Fai attenzione alla struttura del testo: come il testo è organizzato può rivelare molte informazioni sul modo di vedere l’argomento dell’autore
  • Prenditi un momento per riflettere: non avere fretta di terminare leggendo tutto d’un fiato, ogni tanto prenditi due minuti per pensare a quello che hai letto e "digerirlo"

Per il mettere in pratica, Seth Godin propone di affiancare (o eventualmente sostituire) agli appunti una lista di cose da fare. Questo ti fa entrare precisamente nell’ordine di idee di fare qualcosa dopo la lettura del testo, in questo modo quando trovi un modo di applicare quello che c’è scritto o hai bisogno di ulteriori informazioni, scrivi un punto nella tua lista e rispettala.

Se non ti ispira
Può darsi che il libro che stai leggendo non ti ispiri, può darsi che fai fatica a leggerlo ma ti costringi comunque ad andare avanti per finirlo. Lascia perdere, è uno spreco di tempo. Può darsi che non ti sia veramente utile, o che magari non ti sia utile ora: mi è capitato più di qualche volta di mettere da parte un libro per poi riprenderlo in mano con entusiasmo più avanti e divorarlo.

Il tuo tempo è prezioso, così come lo è la tua attenzione. Se ti senti costretto a finire in ogni caso ogni libro che cominci e ti senti in colpa se lo metti da parte, segui la regola delle 50 pagine: leggi le prime 50 pagine di un libro, e se non ti "prende", mettilo da parte senza farti troppi problemi. Potrai riprenderlo più avanti come no, quello che conta è che hai lasciato del tempo in più per leggere ciò che ti stimola veramente.


Commenti

Lettura Produttiva: Atto II (18/07/2008)

Integro il post precedente con alcune ottime idee di Brad Bollenbach dal suo 30 sleeps.Come ho già detto, l’atteggiamento è importante quando si legge un libro da cui ti aspetti di acquisire nuove capacità e soluzioni: non basta leggere, bisogna assimil

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...