Sii te stesso

Sii te stesso, anche se questo vuol dire soffrire. Non tirarti indietro, non chiuderti in te stesso. Abbraccia le tue paure, le tue insicurezze e fattele amiche. Non potrai mai superarle negandole. Siine cosciente.

So che la voglia di essere accettato, di fare la cosa giusta ti spinge a sopprimere la tua vera identità e il grande dono che puoi fare al mondo seguendo la TUA strada. Anche in questo momento probabilmente stai negando la tua natura, mentendo a te stesso per conservare le tue relazioni.

Probabilmente sei in gabbia, e le sbarre le hai costruite te stesso. Questa gabbia ti impedisce di esprimerti e di vivere realmente, invece fai e dici quello che credi gli altri si aspettino da te, vivi una caricatura di te stesso.

Se neghi le tue paure e i tuoi difetti, vivendo come se non esistessero, allora non le supererai mai. Devi affrontarle, accettarle e viverle fino in fondo. Solo così imparerai a gestirle, a superarle.

Probabilmente sarà doloroso, ma scoprirai che nonostante questo ne vale la pena. Vale la pena essere liberi, vale la pena riscoprirsi, riconnettersi alla propria natura. Potrai negarla quanto vuoi, potrai diventare anche un attore molto bravo, ma alla fine la tua natura sarà sempre lì e l’unico modo per non soffrirne è scoprirla e allineare tutto te stesso ad essa.

Non è difficile, ce l’hai sempre avuta sotto gli occhi ma probabilmente hai avuto paura, l’hai repressa in favore di quello che credevi fosse “meglio” e questo non ha fatto altro che darti uno stile di vita che non vuoi, delle relazioni che non ti soddisfano, una routine che nel profondo non fa che frustrarti.

Abbraccia le tue paure e i tuoi difetti, non negarli e nemmeno aggredirli. Accettali, e poi vai avanti. E’ più onorevole una persona con dei difetti, con delle paure ma che le ammette onestamente con sè stesso e con gli altri, piuttosto di uno che si atteggia a chi non è, mentendo prima di tutto a sè stesso e poi agli altri (coscientemente o meno).

Comicia ORA. Apriti al mondo, e decidi di dire quello che pensi senza tante esitazioni, per quanto possa sembrarti “sconveninete” o doloroso. Potresti avere delle sorprese…

4 pensieri su “Sii te stesso

  1. Sì, concordo. Negare le proprie paure e le proprie insicurezze non aiuta a superarle. Meglio prendere confidenza con esse per capirne l’origine ed imparare a gestirle. Io credo che la paura, come il dolore, sia un importante segnale d’allarme. L’insicurezza, invece, è figlia dell’ignoranza e si supera acquisendo conoscenza.
    Desiderare di essere accettato e di fare sempre la cosa giusta non significa, invece, sopprimere la propria identità. Il piacere che provo nell’essere accettato è un’espressione autentica della mia identità, e per questo non devo certo fingermi diverso da quello che sono. Se così fosse avrei l’inconfutabile dimostrazione di non essere accettato!
    Attenzione, avere – e conservare – delle relazioni richiede comunque il rispetto del prossimo e di regole conseguenti (a meno di pretendere che tutto ci sia dovuto e tutto ci sia permesso). La reciprocità del rispetto impone un comportamento controllato ed una, pur occasionale, soppressione della propria identità. Questo per evitare, ad esempio, di trovarvi a pranzare con qualcuno che erutta sonoramente davanti a voi (o altro) dal momento che la sua cultura ed educazione contempla tali comportamenti. Se questa è la “gabbia” che ci siamo costruiti, direi che ha le sue ragioni di esistere, infatti, come tutte le gabbie, ha un duplice effetto: limita la nostra libertà ma anche quella del prossimo che potrebbe disturbare la nostra serenità.😉

  2. Desiderare di essere accettato e di fare sempre la cosa giusta non significa, invece, sopprimere la propria identità. Il piacere che provo nell’essere accettato è un’espressione autentica della mia identità, e per questo non devo certo fingermi diverso da quello che sono.

    Il punto è che le idee su cosa sia la cosa giusta in molti casi non è una cosa uniforme, molti hanno idee divergenti su moltissimi punti. Cercare di accontentare tutti è impossibile e fonte di sofferenza, ed è allora che si è veramente insinceri con sè stessi.

    La ricerca di approvazione a tutti i costi è fonte di sofferenza e una zavorra che impedisce di esprimere quello che si sente dentro.

    Poi sono d’accordo che ci sono delle convenzioni, delle “regole di buon vicinato” da seguire, non sostengo certo di correre in giro per i bar rovesciando tavoli e insultado chiunque solo “per la libertà di espressione”. Libertà, non licenza!

    In ogni caso ho notato che molto spesso c’è confusione sul concetto di identità e di personalità. Può capitare facilmente di usare inconsciamente questi concetti sfumati come protezione al proprio ego, come una scusa per non dover fare i conti con la realtà e cambiare (non mi riferisco a te Mauro!).

    Sarebbe utile dare un’occhiata in giro per il web su argomenti come “psicologia della personalità” e “immagine di sè” per chiarirsi le idee in proposito.

  3. Ho colto il suggerimento (superbamente garbato) di approfondire il significato di “identità” e “personalità”, ed hai ragione, nel mio primo messaggio ho usato il termine “identità” anche laddove più correttamente ci andava “personalità”. Bene, ora ne so qualcosa di più. Grazie!
    Invece, non ho dubbi in merito a quale sia “la cosa giusta da fare”. In ogni caso è quella che personalmente si reputa giusta, in assoluta buona fede, anche a costo di non essere accettati. Che senso ha fingere e difendere una posizione che intimamente non si condivide? Ovviamente si deve anche offrire ogni spiegazione sul perché “quella è la cosa giusta da fare” ed anche essere pronti a ricredersi se qualcuno ci dimostra che abbiamo torto. Conosci forse un modo migliore per crescere?

  4. Esattamente quello che intendevo dire! Forse non mi sono spiegato bene, ma dicevo che quando il voler piacere a tutti i costi porta a essere insinceri con sè stessi fingendo di condividere idee che in realtà non si condividono, è la ricetta verso l’infelicità a lungo termine. Qui siamo d’accordo🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...