Organizzazione: una semplice sfida…

Essere organizzati è un ingrediente fondamentale se si vuole avere il controllo del proprio tempo e combinare qualcosa e avere anche del tempo libero da godersi come più ci piace. Essere organizzati aiuta sia il manager superimpegnato a gestire il gran numero di compiti che si trova a dover svolgere, sia il procrastinatore cronico che non riesce a combinare nulla o quasi di utile perdendo tempo in futilità.

Per capire quanto veramente sei organizzato, Mark Forster (un grande esperto di organizzazione e produttività personale, che ha scritto tra gli altri anche il libro “Do It Tomorrow”) ci consiglia un semplice esercizio per capire quanto siamo produttivi e come migliorare la nostra efficienza.

New record!

L’esercizio consiste in una sfida giornaliera in cui si competerai con te stesso per conquistare il maggior numero di punti possibili.

Per conquistare punti, il giorno precedente devi decidere quanti punti vuoi provare a conquistare il giorno successivo, poi scrivi una lista di task (compiti) da svolgere. I compiti della lista devono essere abbastanza definiti da poter dire con sicurezza se li si è portati a termine o meno. Conquisti un punto per ogni task svolto.

Per esempio, se voglio provare a conquistare 3 punti domani scriverò una lista del genere:

  1. Chiamare Frank
  2. Comprare la lavastoviglie
  3. Fare le pulizie in camera da letto

Però c’è una clausola: conquisti i punti scommessi solo se in quel giorno completi TUTTI i task programmati. Nessuna eccezzione!

Questo è normalmente quello che non si fa quando si programma una serie di compiti per il giorno successivo senza pensare di completarli tutti: il risultato è una cattiva pianificazione che molto probabilmente sarà vittima di fattori casuali.

Usa questo esercizio per capire quanti compiti puoi portare a termine in un giorno. Parti con pochi -anche con uno- e gradualmente aumenta il numero di task (punti) quindi la tua capacità di sfruttare il tuo tempo, fino ad arrivare al punto di avere una lista sufficientemente lunga con la ragionevole sicurezza di portarla a termine.

Un’ultima raccomandazione: svolgi i compiti preventivati come prima cosa (per quanto possibile) il giorno successivo, dimentica la procrastinazione! Avrai tutto il tempo libero che vuoi dopo aver fatto quello che ti eri prefisso.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...