Maestria: apprendimento orientato all’esperienza

Ti è sempre stato detto che leggere e imparare è importantissimo, e tu adori imparare. Ami tenere tra le mani e sfogliare un libro, ami osservare la tua pregevole libreria fornitissima di pesanti tomi zeppi di conoscenza. Sei un esploratore dell’ignoto, un infonauta.

Da infonauta a procrastinatore professionista

Ma non tutta la lettura è buona. A volte la lettura diventa una scusa per non agire, e ti ritrovi a leggere un trattato sulla coltivazione del riso in Cambogia anche se sai che molto probabilmente non ti servirà mai. Ed ecco che l’infonauta si è trasformato in un procrastinatore professionista, un dottissimo teorico che non è in grado di provare sul campo la propria conoscenza.

Un teorico del genere è vittima delle circostanze e non è in grado di esercitare quel pensiero critico che lo aiuterebbe a discernere la verità dalle imprecisioni. Mancandogli quella base di esperienza da utilizzare come base, come “coltello mentale”, per discernere i fatti dalle elucubrazioni mentali si ritroverà nel mezzo di una discussione tra due punti di vista senza saperne cogliere i vari aspetti e le varie sfumatore.

Apprendimento adattivo

Per evitare questa fine, bisogna ripensare alle proprie priorità e al proprio modo di apprendere nuove informazioni. Propongo di adottare un processo di apprendimento adattivo, nel quale si comincia prima con un problema e poi si cerca la soluzione.

La necessità è la madre di tutte le invenzioni.

Il partire da un problema esistente qui e ora che necessita di una soluzione, il più delle volte implica un processo di ricerca e apprendimento. La differenza è che ora questo apprendimento è radicato nella Realtà e in un problema reale, del quale abbiamo esperienza e in cui potremo applicare subito quello che abbiamo imparato. In questo modo avremo esperienza sia del problema che della soluzione e potremo esprimere il nostro parere, partecipare a discussioni e discernere il parzialmente vero dal completamente falso.

Riassumento, l’essenza dell’apprendimento orientato all’esperienza (experience-oriented learning) è questo:

  1. Problema reale: esperienza del problema
  2. Ricerca di una soluzione: apprendimento
  3. Soluzione del problema: applicazione (esperienza) della soluzione

Parole chiave: action-oriented, purposeful learning, project-oriented learning, just-in-time learning.

Annunci

2 pensieri su “Maestria: apprendimento orientato all’esperienza

  1. Pingback: La strada verso la Maestria « La Via SenzaNome

  2. Pingback: Pensiero critico e relatività « La Via SenzaNome

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...