Il senso della vita

Se pensi che in questo post tenterò di dare una risposta a questa domanda che il genere umano si pone da millenni ti sbagli, mi dispiace.

Invece vorrei porre la questione in termini diversi: e se questa vita non avesse un senso? Se veramente tutto ciò di cui facciamo esperienza fosse un complesso meccanismo di interazioni e influenze reciproche continue senza via d’uscita, scappatoie, luci accecanti e realtà superiori ovattate e pervase di musica celestiale?

E se quella che vorremmo fosse una via d’uscita in realtà fosse accettare questa realtà e fare del proprio meglio per ottenere la pace della mente?

Non sto dicendo che sia così, ma nemmeno che non lo sia. Indipendentemente dalla tua risposta e della tue opinioni, ciò che è più importante è il rifletterci. Chi arriva alla verità è colui che esplora senza sosta nuove idee, nuovi punti di vista e chi ne fa esperienza.

Un blogger una volta ha detto che il vero valore di un blog comincia dove finisce il post dell’autore… sentitevi liberi di commentare, mi interessa la vostra opinione 🙂

Pubblicità

Determinazione

Torno a scrivere in questo mio blog dopo molto tempo di assenza. Avevo anche scritto un paio di post da pubblicare, ma francamente erano di ben poca importanza rispetto a quello che stavo vivendo. Ho sperimentato un velocissimo alternarsi di gioia e dolore tale da farmi perdere la bussola. Mi sono posto molte domande, la più insistente delle quali era: Perchè?

Ma ora che la situazione si è bene o male assestata, mi sento di dire questo: Per quante bastonate possa darmi la vita, non mi piegherò mai. Sarà lei a farlo. Meglio morire in piedi che vivere in ginocchio!

Sono assolutamente deciso a non arrendermi. Andrò avanti senza voltarmi indietro, con la consapevolezza che ogni dolore di oggi sarà l’esperienza e magari la gioia di domani…

Sfide

“Life is one damn thing after another.” – Mark Twain

Sappiamo tutti che la vita non è facile, ci sono molti problemi da superare. Io preferisco chiamarli sfide. Credo che più di imparare molte cose, dobbiamo “imparare ad imparare”. Cosa che possiamo fare assumendo il giusto punto di vista di fronte alle opportunità di crescita che l’esistenza ci mette di fronte.

Hai mai provato, di fronte ad una sfida su cui stai lavorando da diverso tempo, un’improvvisa ed esaltante sensazione di “potenza”? Una nuova capacità che ti fa apparire semplice ciò che fino ad un momento fa era fonte di frustrazione? Come si fa a raggiungere questa sorta di “piccola illuminazione”? La mia conclusione è questa: non sono tanto i problemi ad essere un ostacolo alla nostra crescita, quanto la frustrazione e la perdita di motivazione.

Forse ti suona semplicistico, forse pensi di averlo sempre saputo. Ma non ci hai mai dato troppo peso. Si tratta di una piccola-grande lezione di vita, perchè proprio per la sua banalità viene bellamente ignorata, e in quei rari momenti in cui la riscopriamo per poi riperderla sperimentiamo un grande balzo avanti.

Quando capisci che il gioco si sta facendo duro e ti senti frustrato, fermati un attimo. Ripensa a quello che stai facendo, ai tuoi obbiettivi e al modo di raggiungerli. Fatto questo la via giusta ti si rivelerà e potrai andare avanti con rinnovata forza verso la tua meta.

Concisamente:

  • Motivazione
  • Tenacia
  • Amore per le sfide

Non sottovalutare questi tre concetti!

Action!!!

Ho già scritto dell’importanza di agire, ma sembra che continui a dimenticarmene. Sembra che io continui a rimanere sorpreso per le soluzioni che sembrano nascere come per magia quando ci penso. Ancora una volta mi rendo conto di questo: penso troppo e agisco troppo poco.

Per questo sono sempre più convinto di questo: quando hai un problema smettila di piangerti addosso incolpando un mondo che non ti capisce. Invece, incassa e tirati su le maniche. La comprensione e la felicità vanno guadagnate, e tu hai tutte le carte in regola per riuscirci!

Piccola spiritualità

Dove sta la spiritualità? Nella ricerca infinita dell’ignoto? Non solo, anche le più piccole cose non sono altro che lo specchio della Ricerca. L’importanza è data dal modo in cui la si guarda, non è qualcosa di intrinseco. Sei importante nella misura in cui ti relazioni con la realtà (fisica e non) che ti circonda.

E’ questione di disposizione mentale, quando hai un atteggiamento aperto noti molte più cose di quelle che noteresti se fossi concentrato su una in particolare. Camminare nella vita è come esplorare un bosco senza bussola nè sapere di preciso dove si sta andando, non esistono strade tracciate sicure, e molte non portano da nessuna parte. Ognuno decide per sè. Si parte soli e soli si arriverà alla meta, qualunque essa sia.

Essere consapevoli di questo e affrontare la situazione a testa alta significa essere quello che Nietzsche chiama superuomo (o superdonna ovviamente). Io ho rinunciato a lamentarmi di non avere una bussola, mi affido al mio istinto fiducioso che questo mi condurrà al prossimo albero lungo il mio cammino.

Walk on, silly boy!!!

Senza titolo

In certi momenti ci si sente soli, irrimediabilmente soli. Ognuno ha il suo punto di vista, e cammina per conto proprio su questa palla di fango e sabbia. Certe volte cadi per terra, e a volte hai un amico che ti tende una mano per rialzarti. Ti rimetti in piedi, ti scrolli la polvere di dosso e continui a camminare verso non si sa dove.

In certi momenti ti sembra che non ci sia nessun altro come te. Nessuno con cui condividere i tuoi pensieri e le tue emozioni liberamente, nessuno che possa capirti fino in fondo. Così, senza neppure accorgertene ti ritrovi seduto a parlare alla luna, agli alberi, agli uccelli. Almeno loro non fanno domande e non chiedono nulla in cambio.

Certe volte mi sento così, ma so che ogni volta che perdo la strada o faccio degli sbagli, divento un pò più saggio. La strada per la perfezione passa attraverso tanti errori. Le difficoltà sono trampolini di lancio verso la prossima tappa della vita.

Pur cosciente delle diversità di vedute, so che non sono solo.

Grazie.

Sfide

Un atteggiamento molto positivo è sorridere quando si presentano le sfide della vita. Provare piacere perchè finalmente è possibile mettersi ancora una volta alla prova. Capire che ogni sfida è una grande opportunità per migliorarsi.

Le avversità sono tali solo se siamo noi a vederle in questo modo. Se invece le vediamo come trampolini di lancio verso un sè migliore… l’unico limite è il cielo.