Sii te stesso

Sii te stesso, anche se questo vuol dire soffrire. Non tirarti indietro, non chiuderti in te stesso. Abbraccia le tue paure, le tue insicurezze e fattele amiche. Non potrai mai superarle negandole. Siine cosciente.

So che la voglia di essere accettato, di fare la cosa giusta ti spinge a sopprimere la tua vera identità e il grande dono che puoi fare al mondo seguendo la TUA strada. Anche in questo momento probabilmente stai negando la tua natura, mentendo a te stesso per conservare le tue relazioni.

Probabilmente sei in gabbia, e le sbarre le hai costruite te stesso. Questa gabbia ti impedisce di esprimerti e di vivere realmente, invece fai e dici quello che credi gli altri si aspettino da te, vivi una caricatura di te stesso.

Se neghi le tue paure e i tuoi difetti, vivendo come se non esistessero, allora non le supererai mai. Devi affrontarle, accettarle e viverle fino in fondo. Solo così imparerai a gestirle, a superarle.

Probabilmente sarà doloroso, ma scoprirai che nonostante questo ne vale la pena. Vale la pena essere liberi, vale la pena riscoprirsi, riconnettersi alla propria natura. Potrai negarla quanto vuoi, potrai diventare anche un attore molto bravo, ma alla fine la tua natura sarà sempre lì e l’unico modo per non soffrirne è scoprirla e allineare tutto te stesso ad essa.

Non è difficile, ce l’hai sempre avuta sotto gli occhi ma probabilmente hai avuto paura, l’hai repressa in favore di quello che credevi fosse “meglio” e questo non ha fatto altro che darti uno stile di vita che non vuoi, delle relazioni che non ti soddisfano, una routine che nel profondo non fa che frustrarti.

Abbraccia le tue paure e i tuoi difetti, non negarli e nemmeno aggredirli. Accettali, e poi vai avanti. E’ più onorevole una persona con dei difetti, con delle paure ma che le ammette onestamente con sè stesso e con gli altri, piuttosto di uno che si atteggia a chi non è, mentendo prima di tutto a sè stesso e poi agli altri (coscientemente o meno).

Comicia ORA. Apriti al mondo, e decidi di dire quello che pensi senza tante esitazioni, per quanto possa sembrarti “sconveninete” o doloroso. Potresti avere delle sorprese…

Pubblicità

Il senso della vita

Se pensi che in questo post tenterò di dare una risposta a questa domanda che il genere umano si pone da millenni ti sbagli, mi dispiace.

Invece vorrei porre la questione in termini diversi: e se questa vita non avesse un senso? Se veramente tutto ciò di cui facciamo esperienza fosse un complesso meccanismo di interazioni e influenze reciproche continue senza via d’uscita, scappatoie, luci accecanti e realtà superiori ovattate e pervase di musica celestiale?

E se quella che vorremmo fosse una via d’uscita in realtà fosse accettare questa realtà e fare del proprio meglio per ottenere la pace della mente?

Non sto dicendo che sia così, ma nemmeno che non lo sia. Indipendentemente dalla tua risposta e della tue opinioni, ciò che è più importante è il rifletterci. Chi arriva alla verità è colui che esplora senza sosta nuove idee, nuovi punti di vista e chi ne fa esperienza.

Un blogger una volta ha detto che il vero valore di un blog comincia dove finisce il post dell’autore… sentitevi liberi di commentare, mi interessa la vostra opinione 🙂